Come intessere relazioni con le entità spirituali che sono in ogni esperienza


Abbiamo sentito che a seguito delle opportune preparazioni che deve attraversare, il veggente perviene a vedere una serie di immagini che in sostanza gli si presentano come le cose del mondo esterno. Anche di fronte alle immagini del sogno si è come di fronte alle cose del mondo. Solo a poco a poco, come abbiamo visto ieri, si arriva a identificarsi con le immagini, per così dire a inghiottirle, a diventare uno con le immagini, a vivere del tutto in esse.


Nel momento in cui il veggente, in conseguenza della sua preparazione, arriva ad avere immaginativamente davanti all’anima qualche cosa di spirituale, anch’egli vi è inserito. Con il processo successivo, cioè l’identificarvisi, compie soltanto un processo di coscienza, ma in realtà è comunque nell’immagine. Non vi è inserito solo il veggente, ma anche ogni altra persona. Quando si è di fronte a un oggetto con i normali occhi fisici e con l’intelletto fisico, non si è soltanto nell’oggetto fisico (che come abbiamo visto è solo un’illusione) ma si è anche nell