La testa umana è un'immagine di tutto il Cosmo - La respirazione A-U-M

Nel capo umano, nelle meravigliose circonvoluzioni del cervello abbiamo veramente un’immagine dell’intero universo. Se dunque chiudiamo i sensi e lasciamo fluire l’aria del respiro, che appunto arriva al capo attraverso il canale del midollo spinale, abbiamo una possibilità di tastare i segreti dello spazio interno del cervello. Certo, non bisogna che l’aria del respiro vada tastando in modo disordinato e caotico (nulla allora se ne ricaverebbe); bisogna invece che il processo avvenga in modo ordinato.


Nei tempi di cui ho parlato in questi giorni (Antica India), quando gli uomini volevano arrivare alle conoscenze superiori attraverso la regolazione del processo respiratorio, nei tempi in cui il sistema yoga dell’Oriente era davvero nella sua fioritura (mentre gli esercizi yoga dei quali si parla oggi sono spesso soltanto qualcosa di secondario) si era in effetti consapevoli che quando si inspirava, quando si inviava il respiro alla testa, era possibile cogliere i segreti dell’universo nella loro immagine, ovvero nella particolare distribuzione del sistema dei nervi nella testa. Occorreva solo regolare in modo adeguato il pro- cesso dell’inspirazione.


Non parlo ora di quel che più tardi esist