Sottrarsi all'influenza delle correnti che incontriamo negli altri esseri umani

Gli esseri umani che incontriamo hanno sempre una influenza su di noi. Si stabiliscono tra sé e gli altri delle correnti spaziali reciproche alle quali siamo sottomessi. Perdiamo la nostra libertà quando queste correnti prendono il sopravvento in noi. In quanto esoteristi dobbiamo essere capaci di sottrarci ad esse. L’esempio di molti esseri umani ce lo mostra. Il discepolo in esoterismo deve liberarsi dalle influenze esteriori, non fuggendo il mondo, ma dando l’autonomia al suo vero io superiore, l’io spirituale, all’uomo vero in lui. Perché non abbiamo in verità in noi solamente quattro corpi costitutivi, ma cinque; eccoli, il corpo fisico, il corpo eterico, il corpo astrale e l’io, che è solo il rivestimento (o il velo) del quinto corpo: il vero io nascosto dietro, l’uomo vero.


Davanti ad una decisione, immagina nella tua anima il segno seguente: